Fotografie e Riprese Aeree con Drone

PILOTA APR I.APRA.004155 - Operatore ENAC APR No. 12290

SAPR: Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto

© Antonello Zoffoli, 2018

Dopo un percorso formativo, presso ITALDRON ACADEMY a Ravenna, ho conseguito l’attestato di PILOTA APR I.APRA.004155 – con abilitazione VL/Mc CRO.

Sono stato successivamente riconosciuto dall’Ente Nazionale Aviazione Civile Operatore ENAC APR No. 12290 – Autorizzazione per Operazioni Specializzate Critiche.

Il mio Aeromobile a Pilotaggio Remoto (drone) è stato autorizzato anche per OPERAZIONI CRITICHE – SCENARI STANDARD S01 – S04 – S06.

L’impiego di SAPRSistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto – chiamati anche Droni,  in ambito civile ed industriale sta moltiplicando le opportunità per professionisti ed aziende che vogliono effettuare dall’alto riprese video e fotografie, ispezioni di edifici o altre strutture, con la versatilità di queste “fotocamere volanti”, dal costo operativo non paragonabile a quello di mezzi tradizionali (come un elicottero), e con la capacità di operare in scenari ostici ad approcci convenzionali.

Il tutto nel rispetto di quanto imposto dall’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile.

 

Puoi verificare la mia autorizzazione direttamente sul sito ENAC.

Presente sul sito Droni e Piloti.

Campi di applicazione

I campi di applicazione sono molteplici, eccone alcuni:

FOTOGRAFIE E RIPRESE AEREE CON DRONE
Riprese aeree per una attività, un sito internet, per uno spot o per videomarketing, per monitoriaggio di un terreno o l’ispezione di un’infrastruttura verticale difficilmente raggiungibile. Una panoramica aerea di un edificio storico o magari un’attività di sorvolo per attività di ricerca.

ISPEZIONI E RILIEVI CON DRONE
Supervisione di un cantiere, indagini preliminari di un terreno, ispezioni di tetti o infrastrutture difficilmente raggiungibili con costi ridotti rispetto ad altri sistemi aerei.

VIDEO AZIENDALI E SPOT PROMOZIONALI CON DRONE
Video promozionale realizzato con qualità professionale, da un punto di vista diverso dal solito.

Le fotografie possono essere fornite in formato RAW o già post prodotte e pronte per l’uso. Anche il video può essere consegnato in formato grezzo se da integrare ad un progetto esistente o montato e post prodotto.

Dove posso operare

Scenari Standard

In base alle autorizzazioni rilasciate da ENAC per questi scenari posso operare nei seguenti Ambienti senza necessità di ulteriori permessi (salvo aeree private o nei pressi di aree sensibili), rispettando le Limitazioni Operative, qui sotto un estratto.

N.B. È possibile operare anche in situazioni differenti previa autorizzazione da richiedere caso per caso.

Il sorvolo di assembramenti di persone o cortei è in ogni caso vietato.

Lo Scenario Standard S01

AMBIENTE OPERATIVO: Aree urbane che non prevedono il sorvolo di persone nell’area delle operazioni a meno che non siano indispensabili alle operazioni e addestrate allo scopo

LIMITAZIONI OPERATIVE PER LA CONDUZIONE DELLE OPERAZIONI:
Altezza massima: 50 m
Distanza massima orizzontale dal pilota: 100 m
Dimensione minima di buffer: 30 m
Dimensione minima del buffer con funzione “geofencing” attiva: 15 m (vedi nota)
Dimensione minima del buffer per operazioni con cavo: 5 m

Nota: La funzione geofencing per la riduzione della dimensione del buffer è riferita alla delimitazione del volume di spazio aereo dell’area di operazione, tesa ad impedire l’uscita non intenzionale dell’APR dall’area delle operazioni.

Lo Scenario Standard S04

AMBIENTE OPERATIVO: Rilievi su cantieri in aree extraurbane e rilievi su infrastrutture lineari (e.g. autostrade, elettrodotti, ferrovie, gasdotti) che non prevedono il sorvolo di persone nell’area delle operazioni a meno che non siano addestrate allo scopo.

LIMITAZIONI OPERATIVE PER LA CONDUZIONE DELLE OPERAZIONI:
Altezza massima: 150 m VLOS diurno / 50 m VLOS notturno
Distanza massima orizzontale dal pilota: 500 m VLOS diurno / 100 m VLOS notturno
Dimensione minima di buffer: 30 m (da infrastrutture esterne)
Dimensione minima del buffer con funzione “geofencing” attiva: 15 m (vedi nota)
Dimensione minima del buffer per operazioni con cavo: 5 m

Nota: La funzione geofencing è riferita alla delimitazione del volume di spazio aereo dell’area di operazione, tesa ad impedire l’uscita non intenzionale dell’APR dall’area delle operazioni. 

Lo Scenario Standard S06

AMBIENTE OPERATIVO: Riprese televisive/cinematografiche di eventi in aree extraurbane che non prevedono il sorvolo di persone nell’area delle operazioni a meno che non siano indispensabili alle operazioni e addestrate allo scopo.

LIMITAZIONI OPERATIVE PER LA CONDUZIONE DELLE OPERAZIONI:
Altezza massima: 150 m VLOS diurno / 50 m VLOS notturno
Distanza massima orizzontale dal pilota: 500 m VLOS diurno / 100 m VLOS notturno
Dimensione minima di buffer: 20 m (dai soggetti di ripresa)
Dimensione minima del buffer per operazioni con cavo: 5 m

Attrezzatura

DJI PHANTOM 4 PRO

  • Quadricottero con circa 25 min. di autonomia di volo per batteria
  • Fotocamera da 20 mpx, sensore da 1″, registrazione file in formato RAW
  • Registrazione video in 4K 60fps, con CODEC H.264/H.265 e BITRATE 100Mbps

Attenzione alle autorizzazioni

Per poter svolgere legalmente questa attività è necessario essere “autorizzati” dall’ENAC a poter effettuare quelle che vengono chiamate tecnicamente “Operazioni Specializzate”. Sono da considerarsi “Autorizzati” solo gli Operatori presenti sulle liste ENAC che hanno ottemperato ai dettami del Regolamento sui “Mezzi Aerei a Pilotaggio Remoto” ed in possesso di una Polizza RC specifica.

Gli Operatori non presenti sul portale Ufficiale ENAC, non possono operare ed effettuare Lavoro Aereo di nessun genere e tipo. 

Contattami per maggiori informazioni

reCAPTCHA is required.

Pin It on Pinterest